Anneghiamo, letteralmente, nelle incombenze, nelle scadenze, nelle cose da fare e capita a tutti prima o poi di perdere il filo oppure di sentirsi sopraffatti.
  • by Tina Bordino

E' successo anche a voi, ne sono certa. 

La sensazione di arrivare al venerdi' sera, di avere corso come trottole per tutta la settimana ma di avere concluso poco, sia a livello lavorativo che a livello personale, e' comune a molti. 
Chiacchierando con clienti, colleghi ed amici in genere ho poi riscontrato che pur occupandosi di attivita' completamente diverse, le nostre vite hanno in comune alcuni aspetti legati, per cosi' dire, alla societa' moderna che ci stressano e ci danno la sensazione di vivere sempre un po' trasportati dalla corrente degli eventi.

Bhe', un bel giorno io ho deciso che non volevo piu' vivere cosi'. Che volevo prendere in mano la mia vita e cambiare. 
Bello vero? Si, ma come fare? 
Ho cominciato a riflettere. A leggere. A studiare il problema (e' il mio modo di fare  prima di decidere studio sempre un po')

Ho realizzato che ci sono cose che non possiamo cambiare perche' non dipendono da noi. Quindi forse quello che dovevo cambiare era il mio modo di essere, di vivere, di reagire a tutto questo. 
Banale. Letto e riletto. Ripetuto da decine di personal coach. Praticamente scontato. 
Ma avete mai provato a farlo?
A realizzarlo sul serio?
A provarci tutti i giorni con impegno?
E' difficilissimo. Perche' siamo umani. 

Allora ho deciso di non darmi grandi obiettivi irraggiungibili. Diciamolo, quei GURU dell'auto aiuto che vogliono convincerti che puoi fare tutto basta volerlo un po' sono acchiapparelle. 

Pero' ho cominciato con il cambiare delle piccolissime abitudini. Delle banalita'. Ed incredibile: funziona!
Lavoro meglio.

Volete sapere quali sono? 
Seguite questa pagina, guardate i miei video e \"rimaniamo focalizzati\